[VIDEO] I trader discrezionali fanno i soldi, quelli sistematici la performance… PROMOZIONE IN SCADENZA IL 5 DI AGOSTO!

A ogni talento ed esigenza il proprio metodo di trading!

Oggi parliamo del trading discrezionale e del trading sistematico!

due mondi completamente diversi ma che meritano entrambi il dovuto rispetto ed approfondimento…

Buona visione!

 

Trading discrezionale o Trading sistematico?

 

Se vuoi ottenere delle buone performance quando fai trading , usa un trading system; se invece vuoi provare a fare fortuna allora sii un trader discrezionale.

Questa è la mia considerazione, appresa dopo 30 anni di dura esperienza sui mercati e dopo una lunga esperienza all’interno delle competizioni di trading con denaro reale.

Il grande dibattito che interessa il trading discrezionale ed il trading sistematico e su quale dei due sia migliore dell’altro, esiste da quando il trading è stato rivoluzionato dall’introduzione dei computer e della tecnologia.

Quale tipo di trader vorresti essere?

In questo articolo cercherò di partire dal fondo, dalle basi di questo grande dibattito.

 

SE VUOI LEGGERE L’ARTICOLO IN LINGUA ORIGINALE SCARICALO CLICCANDO SULLA COPERTINA>>

 

 

Probabilmente ti sarà già capitato di sentire da coloro che rifuggono il trading sistematico, le seguenti osservazioni:
“I trading systems sono il miglior metodo migliore per guadagnare… per i brokers!”

“I mercati sono per loro stessa natura imprevedibili e i trading systems possono lavorare bene per al massimo 2 mesi.. e poi basta.”
“Se un trading system è buono, perché qualcuno dovrebbe venderlo?”

A volte però chi disprezza compra! E lo stesso principio lo possiamo applicare in questo caso.
Un trader discrezionale sa perfettamente che deve essere disciplinato. Cosa vuol dire “disciplina”?

Bene, possiamo tradurla con “sistematico”.
Anche se l’idea di sistematizzare il trading è come girare il coltello nella carne viva di un trader discrezionale.

Ma il trader discrezionale sa che senza un computer non potrebbe fare questo tipo di trading, spendendo tutto il tempo davanti allo schermo con l’ansia di cogliere il giusto momento per comprare o vendere.

Questo significa fare il trader discrezionale.

Per questa ragione possiamo capire il perché i trader discrezionale a volte, in modo celato, invidiano i trader sistematici.

Perché sanno che se solo automatizzassero la loro attività di trader la loro vita cambierebbe radicalmente.
D’altro canto anche i trader sistematici, a volte e sommessamente, invidiano i trader discrezionali.

I trader sistematici sanno che parte dei loro profitti deriva dal trading systems che hanno in uso e controllando molto il rischio dei loro trade sanno anche che il ritorno è proporzionato al rischio assunto e quindi nella maggior parte dei casi inevitabilmente è un profitto ridotto.
E’ quindi molto raro sentire di un trader sistematico che investendo un piccolo capitale iniziale diventa ricco.

Durante una delle competizioni di trading a cui facevo auditing ho verificato il conto di un trader italiano, Giuseppe Minnicelli, che ha guadagnato 55.000 euro con un investimento iniziale di soli 5.000 euro in 30 giorni, facendo swing trading sulle small caps.

Ha fatto centinaia di trades e in un mese ha avuto un ritorno sull’ investimento del 1000%.
Ora ti chiedo: conosci un trading system che possa farti rendere profitti di questo genere?

E se lo conosci, per piacere dimmelo che sono disposto a pagare qualsiasi prezzo per averlo… però prima di comprarlo ogni trading system deve avere uno storico di operazioni ben; comunque lo so che è un’utopia.

Adesso ti faccio due esempi di trader.

Uno è un trader quantitativo molto conosciuto che si chiama Andrea Unger, che ha vinto per ben tre volte la Robbins World Cup (competizione di trading), e anche il campionato organizzato da me .

Le performance di Andrea Unger sono ben conosciute per essere costanti ed affidabili, facendo di lui un trader assolutamente brillante.
Quindi hai due esempi di trader di enorme successo: il primo è un trader discrezionale (Giuseppe Minnicelli), mentre il secondo è un trader sistematico (Andrea Unger).

La domanda è: ma se abbiamo due esempi di trader che utilizzano uno il metodo discrezionale e l’altro il metodo sistematico ed entrambi con straordinario successo e profitto, qual è la risposta alla domanda del nostro dibattito?

Un indizio alla risposta è sicuramente la replicabilità.

Se prendi in prova o compri un trading system con una percentuale di successo dimostrata, avrai alte probabilità di poter replicare i risultati passati e trarne profitto. Dopotutto un trading system è un insieme di codici che vengono eseguiti automaticamente.

Se invece passi un giorno intero o 100 giorni interi ad osservare un trader discrezionale all’opera, difficilmente riuscirai a replicare i suoi risultati.
Per diventare un trader discrezionale di successo devi essere come una “spugna” pronto ad assorbire per ore e ore tutti i messaggi che il mercati ti sta dando. E se la tua mente non è analitica dopo 20 minuti probabilmente ti addormenterai.

Un trader discrezionale di successo normalmente non è un essere umano normale come gli altri.

Mentre dal lato del trading sistematico anche un essere umano normale come tutti noi può ottenere buonissimi risultati affidandosi al trading system e facendo fare al computer soldi per lui.

Per come la vedo io, la scelta è essenzialmente questa: preferisci una chance su un milione di fare fortuna con il trading discrezionale o ti accontenti di avere un ritorno sul capitale del 100%, o più realisticamente, del 30% all’anno?

La scelta potrebbe non essere leggera, dipende molto in base alla personalità che tu hai e dal tuo profilo di rischio/rendimento.

Infine non è mia intenzione offrire una conclusione diplomatica al dibattito, semplicemente sono due realtà completamente differenti che meritano di essere osservate e rispettate.

Se vuoi saperne di più sull’analisi tecnica e sulle migliori tecniche di mercato, clicca il link di seguito per capire in cosa consiste il corso RiuscireInBorsa.it e non perderti l’occasione di poter ricevere a casa tua completamente FREE + di 600€ di libri sull’analisi tecnica personalmente selezionati da Emilio Tomasini:

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’ SUL CORSO ED ACCEDERE ALLA PROMO>>

  1. Dal trend following alla mean reversion
  2. Il nuovo vivee di trading
  3. Il trading azionario per tutti
  4. Street smarts
  5. I 10 migliori patterns di Dave Landry
  6. L’enfant prodige della finanza quantitativa: il magico Laurence… detto Larry Connors
  7. Un libro che ha sdoganato 20 anni fa l’analisi tecnica del regno della ciarlanateria
  8. Il vero manuale “bibbia” dell’analisi tecnica
  9. Indicatori di sentiment, indicatori di breath, indicatori short/long, etc…
  10. Le bande di Bollingerforse l’inidcatore più noto al mondo… che funziona!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’ SUL CORSO ED ACCEDERE ALLA PROMO>>

RICORDA! HAI TEMPO FINO A GIOVEDI’ 5 AGOSTO ENTRO LE H 24.00 PER ACCEDERE ALLA PROMO!